Prestazione termica della muratura e i vantaggi del blocco rettificato

Muratura rettificata Porotherm BIO PLAN
Grazie alla tecnologia della rettifica è possibile garantire giunti di malta di appena 1mm e di conseguenza elevate prestazioni termiche

Prestazione termica della muratura

La prestazione termica di una muratura dipende dal tipo e dalla conducibilità termica “λ” dei materiali che la compongono. Prendendo in considerazione una muratura di blocchi in laterizio, occorre tenere presente che questa muratura sarà formata da laterizio e malta.

La conducibilità termica di un laterizio tradizionale è pari a circa 0,36 W/mK, mentre quella della malta comune utilizzata per l’incollaggio dei blocchi è circa 0,9 W/mK, e cioè circa 3 volte più alta rispetto a quella del laterizio.      

Ciò significa che, più malta c’è all’interno della muratura, più questa conduce calore e, di contro, meno è prestazionale termicamente.
Può quindi capitare che, a parità di blocco, si possano ottenere sulla stessa parete prestazioni di conducibilità termica diversa a seconda che lo spessore del giunto di malta sia più o meno sottile

I vantaggi del blocco rettificato Porotherm BIO PLAN

I blocchi rettificati della gamma Porotherm PLAN, invece, vengono posati con un giunto di malta speciale di appena 1 mm di spessore, per cui l’incidenza della malta sulla peggiorazione termica del valore di conducibilità della muratura è praticamente trascurabile. Grazie a questo, i blocchi Porotherm PLAN garantiscono una prestazione termica fino a un 30% superiore rispetto ai blocchi tradizionali posati a malta.
 
In merito all’utilizzo dei valori di conducibilità termica equivalenti di TUTTI i prodotti presenti in commercio, occorre sottolineare che essi devono essere maggiorati in relazione all’incidenza dell’umidità sulle prestazioni termiche nelle condizioni di esercizio. Nella norma UNI EN 1745 si presuppone l’uso del valore λ equ, incrementato di una determinata percentuale definita dal progettista. Si prescrive un aumento del 6% per ogni punto percentuale di umidità di equilibrio della parete. A tale riguardo si fa riferimento all UNI EN ISO 10456 che indica come valore di umidità di equilibrio del laterizio un 1,2%. Quindi, la maggiorazione da applicare è 6% x 1,2% cioè 7,2%.

E’ bene però considerare che tale percentuale di maggiorazione è da adottare per murature posate a regola d’arte, cioè posate come da indicazioni dei certificati termici dei produttori. Se si considera il valore di conducibilità di una muratura realizzata con blocchi rettificati non sorgono problemi perché la posa risulta perfetta e i giunti di appena 1 mm; per i blocchi NON rettificati, invece, è opportuno maggiorare i valori di conducibilità termica anche di un 20-30% se ci si riferisce alla conducibilità termica ottenibile con un giunto di 6-7 mm, in quanto difficilmente realizzabile in cantiere.

In sostanza, grazie ai giunti di malta di 1mm, e quindi alla rettifica dei blocchi in laterizio, è possibile eliminare i ponti termici dovuti alla malta e a garantire un'elevata efficienza energetica dell'edificio.
 

Articoli